giovedì 16 marzo 2017

"Una piccola biblioteca a Parigi" di Nina George

Carissimi lettori, dopo molto ma molto tempo torno con questo libro che era un po' un’incognita all’inizio ma che si è rivelato nella sua più bella forma. Libro che ha inaugurato la rubrica “Un libro, un’emozione” e se non la avete ancora vista vi lascio qui il link con la rubrica che parla di questo libro. Inoltre questo romanzo completa il punto 16 della mia Reading list 2017. Ma ora senza troppi indugi vi lascio alla mia recensione.
Scrivetemi nei commenti cosa pensate di questo libro e se lo avete già letto cosa vi ha trasmesso.
Titolo: Una piccola libreria a Parigi
Autrice: Nina George
Anno di pubblicazione: 2016
Casa editrice: Sperling & Kupfer

Trama:

Jean Perdu ha cinquant'anni e una libreria galleggiante ormeggiata sulla Senna, la "Farmacia letteraria": per lui, ogni libro è una medicina dell'anima. Da ventun anni vive nel ricordo dell'amata Manon, sparita all'improvviso lasciandogli soltanto una lettera che Jean non ha mai avuto il coraggio di aprire. Ora lui vive da solo in un palazzo abitato dai personaggi più vari: la portinaia che sa tutto di tutti, il giovanissimo scrittore in crisi creativa, la bella signora tradita e abbandonata dal marito. Per ciascuno Jean Perdu trova la cura in un libro, per tutti tranne per se stesso. Finchè decide di mettersi in viaggio per cercare la donna della sua vita.

Recensione:

Quando decidi di chiudere il mondo fuori dalla porta e non vivere più nulla le giornate diventano grigie, la paura del domani diventa incommensurabile e il dolore ti attanaglia ogni istante di ogni giorno fino a rendere tutto grigio e monotono e a farti desiderare di finire i tuoi giorni in fretta. Ma un giorno un tavolo cambia la vita al nostro protagonista, si un tavolo,un inutile pezzo di legno non utilizzato che viene dato via alla nuova e triste vicina di casa per aiutarla in un momento difficile. E proprio con questo gesto, piccolo e quasi insignificante, Jean riapre un capitolo della sua vita che non si è mai concluso e che anzi continua a tormentarlo e rendi arido il suo cuore e la sua anima. Riaprendo quella porta, risentendo quel profumo di lavanda e rivedendo quella lettera ormai ingiallita dal tempo passato il suo mondo cambia di colpo. Proprio quella donna appena trasferita e così sola e delusa dalla vita riesce a riaccendere in Perdu la voglia di vivere e di scoprire il mondo che così a lungo a chiuso fuori. Prende coraggio e insieme alla sua Farmacia Letteraria lascia il suo ormeggio e naviga lungo i fiumi della Francia per andare a riconciliarsi con se stesso e con il suo amore perduto. Lungo questo viaggio per i fiumi accompagnato dal giovane vicino di casa nonché famoso scrittore riscopre la gioia che si nasconde dietro le piccole cose, le più banali. Senza soldi e determinato a riscoprire tutto come un neonato i due navigatori vivranno a pieno tutte le loro avventure. Conosceranno nuovi amici, riscopriranno nuove emozioni, assaggeranno e annuseranno nuovi gusti e odori fino a non poter più fare a meno della vita che gli circonda. Libro che inizialmente non ero sicura mi potesse piacere molto ma che mi ha fatto completamente vivere questo viaggio e che mi ha letto nel profondo. Un libro unico e raro in grado di suscitare vera gioia, dolore, stupore, passione, eccitazione, delusione, nostalgia; tutto ciò riesce a trasmettere questa fantastica autrice al lettore che avido di parole non si ferma neanche un secondo di respirare. Trasmette la voglia di vivere ogni giorno, ogni ora e ogni minuto nella più assoluta semplicità, lontano dalla monotonia del mondo, barattando libri per cibo e letture per felicità, vendendo i volumi a peso e riscoprendo cosa vuol dire vivere. Libro che ho apprezzato tantissimo per l’ambientazione e per tutte le emozioni che riesce a trasmettermi, in alcuni capitoli fisicamente sentivo la felicità del protagonista e in altri il suo dolore e la sua tristezza.

Vi lascio con una citazione,
Afra ❤


" E' una falsità che i librai si occupino di libri. Si occupano delle persone."

2 commenti:

  1. Ciao! Mi è piaciuta molto l'idea della Farmacia letteraria galleggiante *_* Anche la storia è molto bella, una storia di rinascita grazie ai nostri amati libri. Credo proprio che non mi farò scappare questa bella lettura e ovviamente complimenti per la recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, te lo consiglio tantissimo:)

      Elimina