mercoledì 17 maggio 2017

"Il gatto che aggiustava i cuori" di Rachel Wells

Buon pomeriggio carissimi lettori destinosi, fra università e vari impegni il tempo per la lettura si dilata di molto e mi dispiace per questo. In ogni caso cerco di portarvi sempre una nuova recensione a settimana, non vogliatemene a male se non riesco ma sono veramente molto presa. Il libro di questa settimana è “Il gatto che aggiustava i cuori” di Rachel Wells.



Titolo: Il gatto che aggiustava i cuori
Autrice: Rachel Wells
Anno di pubblicazione: 2014
Casa editrice: Garzanti

Trama:
Come ogni gatto, Alfie adora passare le sue giornate sonnecchiando sul divano davanti al camino. Un po' di carezze, un po' di fusa rumorose, ed è felice. Ma all'improvviso è costretto a lasciare la casa in cui è cresciuto, e si ritrova solo e sperduto per le strade di Londra. Tutto cambia quando arriva in Edgar Road, una via piena di verde e di bellissime villette a schiera. Alfie capisce subito che solamente lì può sentirsi di nuovo a casa. Solamente lì può trovare una nuova famiglia. Eppure gli abitanti del quartiere non sono pronti ad accoglierlo. Concentrati sui loro problemi, non hanno tempo per occuparsi di lui. Fino a quando scoprono che non è un gatto come gli altri. Ha un dono speciale: è capace di riconoscere i desideri più nascosti. Alfie sa bene che Claire è ancora in cerca di amore dopo essere stata lasciata dal marito; che Jonathan, cinico e disincantato, in realtà si sente troppo solo, e che Polly vorrebbe solo qualcuno in grado di proteggerla. Giorno dopo giorno, si accorgono di quanto abbiano bisogno di lui. Il loro nuovo amico è pronto ad aiutarli, a provare a cambiare le loro vite, a riaccendere le loro speranze. Perché Alfie è in grado di aggiustare quello che il destino a volte ha rotto e di ascoltare la melodia silenziosa dei loro cuori.

Recensione:
Questo è uno di quei romanzi che sono in grado di congiungere la riflessione e la leggerezza della lettura. 
All’inizio non sapevo cosa aspettarmi, e ciò capita raramente. Il fatto che il protagonista sia un gatto non è così strano ma che sia il gatto in prima persona a raccontare la sua storia è stata una vera sorpresa. Un gatto con i coraggio e la forza di volontà di un leone. Quant’è vero che gli animali la vedono più lunga di quanto noi esseri umani siamo in grado di vedere dalla nostra grandezza. Alfie è un piccolo gatto che ha vissuto tutta la sua vita nella confortevole casa di Margaret insieme alla sua inseparabile amica di giochi Agnes ma un giorno, purtroppo, anche questo piccolo animale deve affrontare un lutto. Spaventato dagli avvenimenti e dalle circostanze prende una decisione drastica, lasciare il tetto che per tutta la sua vita è stata la sua casa e cercare una nuova famiglia che lo accolga e lo ami quanto lo aveva amato Margaret. Fra varie peripezie ed episodi sconfortanti riesce a trovare un posto in cui ricostruire la sua vita, conosce Claire. Claire è una giovane donna appena arrivata in città e Alfie nota subito che c’è qualcosa che non va, infatti la sua nuova padroncina è sempre molto triste e lui non sa come aiutarla se non standole vicino e offrendole tutto il suo affetto. Alfie però non vuole rischiare di trovarsi di nuovo solo e per strada allora parte alla ricerca di una seconda casa in cui essere accolto, conosce così Jonathan. Johathan è un uomo solo, appena tornato in patria dopo aver perso il lavoro a Singapore e anche questo grande uomo sembra molto triste e scontento della sua attuale vita. Inizialmente non vuole saperne di avere intorno il piccolo micio ma Alfie non si arrende perché sa che il suo “nuovo” amico umano ha bisogno di affetto. Il nostro amico gatto però durante il giorno si sente solo mentre Claire e Jonathan sono a lavoro e così cerca una famiglia in cui fare il “gatto part-time”. Conosce così due famiglie, una è quella di Polly e Matt con il piccolo Henry mentre l’altra è quella di Franceska, Thomasz e i suoi due bambini. Queste due famiglie si sono appena trasferite a Londra per motivi di lavoro e devono affrontare un trasloco abbastanza pesante. Entrambe lontane da casa sentono la mancanza della famiglia e degli amici. Grazie ad Alfie riescono a ritrovare il sorriso. Questa storia ci insegna veramente tanto, gli animali capiscono quando c’è un problema e cercano anche di aiutarti a risolverlo. A volte è proprio vero che se avessero le parole ci direbbero tante cose. Senza saperlo questo gatto riesce ad unire tutte queste famiglie lungo un filo invisibile. Un libro commovente, che ti scalda il cuore e che fa amare ancora di più gli animali. Un romanzo che si leggere con una leggerezza fantastica ma che insegna e trasmette tanto. Con un finale non così inaspettato ma molto commovente che non mi sarei mai aspettata. Sono “costretta” a consigliare con tutto il mio cuore a voi lettori di leggere questo libro.

Scrivetemi nei commenti cosa ne pensate. Lo avete già letto? Ditemi come lo avete trovato.

A presto,
Afra❤



4 commenti:

  1. Mi hanno regalato questo libro l'anno scorso e ancora non sono riuscita a leggerlo e mi chiedo perché visto che sembra meraviglioso. Rimedierò presto sicuramente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te lo consiglio vivamente, è una lettura piacevole e per niente pesante. Fammi sapere:)

      Elimina
  2. Non conosco questo libro, e devo dire che mi forse mi farebbe strano leggere un libro narrato da un gatto ahahaahaha però in effetti sembra bellino!
    Poi io amo i gatti...! :')
    Ci farò un pensierino...ma la mia WL é già lunghissima D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da amante degli animali lo ho apprezzato tantissimo, se ti piacciono i gatti te lo consiglio ancora di più:)

      Elimina