mercoledì 30 agosto 2017

"L'Erede della Luce" di Luca Rossi

Buongiorno readers, oggi si torna alla routine di tutti i giorni ed anche per me sono finite le ferie. Adesso mi aspetta un altro mese di praticantato prima di tornare ai miei studi. In ogni caso vi ricordo che fra poco inizierà il booktag che io e altre blogger abbiamo creato insieme. Oggi vi presento la recensione del secondo volume di Luca Rossi chiamato "L'Erede del Luce". 
Titolo: L'Erede della Luce
Autore: Luca Rossi

Anno di pubblicazione: 2014
Casa editrice: Self-published

Trama:
Dopo essere tornata indietro nel tempo per salvare l’isola di Turios e ricucire il tessuto temporale, Lil, in fin di vita, viene curata nell’antico villaggio dei suoi avi, la cui ribellione scatena la pesante rappresaglia dell’esercito reale. Rimasta sola e separata dalla sacerdotessa Miril, sua guida e compagna, si trova di fronte a una scelta impossibile: rinunciare alla propria vita e a quella di tutti gli abitanti del suo mondo salvando i rivoltosi o assistere impassibile al loro sterminio.
Intanto Miril è tenuta prigioniera nel Palazzo Reale dei nemici, dove tutti i suoi poteri sono inefficaci contro una magia ben più antica e potente della sua, e dove, per riguadagnarsi la libertà, dovrà superare una serie di prove mortali nelle quali il pericolo maggiore è rappresentato da se stessa.
Nel futuro, la bellissima regicida Milia attende mestamente la sua esecuzione nel regno stravolto dai cambiamenti della regina Aleia, capace in poco tempo di ridare lustro e importanza al trono e conquistare il popolo. La nuova Isk, però, è minacciata dagli sconvolgimenti messi in moto dal mago Aldin, tanto da costringere la sovrana a guidare una pericolosa spedizione nel passato. Le modifiche temporali scatenano tuttavia degli effetti sempre diversi, portando Lil a spingersi ben oltre il limite nell’utilizzo dei suoi poteri magici, al punto da abusarne e attirare persino l’attenzione di chi detiene il potere assoluto sull’evoluzione dei pianeti. Nel nucleo centrale del governo della Federazione dei Mondi, il Presidente Molov non perde tempo a decretare la più grave delle punizioni per chi si è reso colpevole dell’uso di un potere che si credeva scomparso da millenni. 


Recensione: 
Ed è finito anche il secondo volume della storia di Lil e Miril. Non mi sarei mai aspettata una svolta del genere, ma procediamo per gradi. 
Le due sacerdotesse si trovano nel passato per cercare di sistemare le cose e ridare energia al proprio ramo temporale che è stato modificato 2000 anni prima. Le cose però non vanno come previsto, ferite e spaesate si ritrovano a combattere per la propria vita e per il proprio futuro in un luogo a loro sconosciuto. 
Nel frattempo nel presente anche su Isk le cose stanno mutando, contro ogni aspettativa anche il popolo inizia a subire cambiamenti e sparizioni improvvise. La nuova regina Aleia, prima moglie del defunto re, decide di tornare indietro nel tempo e trovare l'origine di quei cambiamenti che rischiano di porre fine al suo regno. 
Le sacerdotesse e il battaglione della regina si trovano così a fronteggiare un "nemico" comune di cui non conoscevano nemmeno l'esistenza. Ma la storia non può essere riscritta senza che subisca grandi cambiamenti e questo lo sa bene la Federazione dei Mondi che decide di intervenire. Un romanzo che crea un connubio perfetto fra passato e futuro, fra magia e tecnologia, fra coscienza umana e privazione delle emozioni. 


Riuscirà Lil insieme all'aiuto di Miril e della regina Aleia a ricucire il futuro o è destinata a qualcosa di più grande? 

A presto, 
Afra❤


 

Nessun commento:

Posta un commento