martedì 28 maggio 2019

REVIEW PARTY (LONGANESI) - NINFA DORMIENTE DI ILARIA TUTI


Buon martedì lettori, 
Sembra che l’est.. ehm l’autunno sia arrivato. Qui piove sempre e il sole sembra veramente un ricordo lontano. Ad ogni modo oggi voglio parlarvi di un romanzo che ho letto in collaborazione con la Longanesi, ringrazio ancora Chiara dì Ikigai per avermi coinvolta. 

Il romanzo è uscito ieri ed è, l’atteso ritorno per alcuni e una piacevole scoperta per altri, Ninfa dormiente di Ilaria Tuti

TRAMA 
Li chiamano «cold case», e sono gli unici di cui posso occuparmi ormai. Casi freddi, come il vento che spira tra queste valli, come il ghiaccio che lambisce le cime delle montagne. Violenze sepolte dal tempo e che d'improvviso riaffiorano, con la crudele perentorietà di un enigma. Ma ciò che ho di fronte è qualcosa di più cupo e più complicato di quanto mi aspettavo. Il male ha tracciato un disegno e a me non resta che analizzarlo minuziosamente e seguire le tracce, nelle valli più profonde, nel folto del bosco che rinasce a primavera. Dovrò arrivare fin dove gli indizi mi porteranno. E fin dove le forze della mia mente mi sorreggeranno. Mi chiamo Teresa Battaglia e sono un commissario di polizia specializzato in profiling. Ogni giorno cammino sopra l'inferno, ogni giorno l'inferno mi abita e mi divora. Perché c'è qualcosa che, poco a poco, mi sta consumando come fuoco. Il mio lavoro, la mia squadra, sono tutto per me. Perderli sarebbe come se mi venisse strappato il cuore dal petto. Eppure, questa potrebbe essere l'ultima indagine che svolgerò. E, per la prima volta nella mia vita, ho paura di non poter salvare nessuno, nemmeno me stessa. 
Dopo "Fiori sopra l'inferno" torna la straordinaria Teresa Battaglia: un carattere fiero e indomito, a tratti brusco, sempre compassionevole. Torna l'ambientazione piena di suggestioni, una natura fatta di boschi e cime montuose, di valli isolate e di bellezze insospettabili. 

COSA NE PENSO? 

Un mistero che sembra ormai sepolto da troppi anni rivede la luce un giorno nel quale il giovane nipote di Alessio Andrian, pittore molto famoso alla fine del 1945, ritrova la sua opera perduta nella soffitta della tenuta in cui vivono. 
Ma cosa contraddistingue questo quadro? Un mistero lo avvolge. Un segreto che è custodito tra le pennellate che fanno vita al viso di una donna bellissima. Ma il lato macabro è il fatto che il quadro sia stato dipinto col sangue

Il commissario Teresa Battaglia viene chiamata insieme alla sua squadra per indagare su questo mistero che sembra impossibile da risolvere. Ma si trova sempre una pista da seguire e quando l’intuito di Teresa si sveglia, nonostante la sua malattia, vuol dire solo una cosa. Un nuovo caso all’apparenza impossibile avrà modo di essere svelato dalla squadra del commissario. 

Insieme a Teresa ci saranno Marini, giovane ispettore che convive con un enorme peso sulla coscienza che condizione la maggior parte delle sue scelte e Parisi e De Carli fedeli alla Battaglia. 

La storia ci porterà nella Val di Resia con una popolazione che non si ritiene ne italiana ne slovena ma che ha una cultura che viene da lontano e sembra essere senza tempo. Proprio in questa Valle a confine si sono svolti i macabri fatti che hanno portato a Alessio a far dipingere la Ninfa dormiente col sangue

Una storia che si alterna tra presente e passato per riportare alla luce ciò che accadde nel lontano aprile del 1945. Una corsa attraverso il tempo e contro il tempo per Teresa che combatte una battaglia che non può vincere da sola. 

Riuscirà la squadra a risolvere il mistero dei boschi della Val di Resia? Non vi resta che leggerlo per scoprirlo. Grazie ancora alla Longanesi per avermi gentilmente inviato una copia del romanzo. Ciò non ha comunque influenzato il mio parere

Avete letto qualcosa di Ilaria Tuti? 
Vi incuriosisce questo giallo ambientato in un passato non troppo lontano? 

Se volete leggere altri pareri su questo romanzo passate per i blog che hanno partecipato.

A presto, 
Afra


lunedì 20 maggio 2019

OBIETTIVI, FANNO BENE.


Buon pomeriggio readers, so di essere molto latitante sul blog ma il lavoro mi sta davvero togliendo il tempo che prima dedicavo alla lettura e alla stesura dei post. Ma ogni tanto torno e oggi, in realtà ieri sera mi si è accesa una lampadina, e quindi eccomi qui a parlare di qualcosa di totalmente diverso ma strettamente connesso alla lettura.

lunedì 6 maggio 2019

LA MCGUIRE TORNA COL BOTTO


Rullo di tamburi, finalmente ho terminato ‘Il primo istante con te’ dì Jamie McGuire e sono pronta a parlarne con voi. Dopo non so quanto tempo torno con una recensione di un’autrice che mi ha fatto innamorare del suo stile e della sua immaginazione. 

Ci tengo a ringraziare la casa editrice Garzanti per avermi omaggiata della copia, inoltre vorrei sottolineare che in alcun modo il giudizio che ho espresso è stato influenzato da ciò.

martedì 23 aprile 2019

SECONDA TAPPA: SINOSSI

E dopo la Pasquetta si torna alla normalità e anche il brutto tempo ha deciso di tornare a bussare alle porte. Oggi seconda tappa del blog tour, cosa abbiamo in programma? 
La sinossi ufficiale di ‘Resta ancora un pò’ di Paola Di Martino. Vi ricordo che potete aggiungerlo alla vostra Wish List di Goodreads semplicemente cliccando sul pulsante in fondo al post.

Quando si tuffa Asia si sente libera. A ventitrè anni la vita la conosce poco, non è il mare che la solleva in superficie, la vita la attraversa, lo studio, le uscite con le amiche, un grande sogno da realizzare, fare la giornalista perchè c'è ancora molto da raccontare. La felicità costa coraggio, lei è determinata, pure tanto fragile, e la voglia di credere nella la felicità non prevede ancora una persona con cui condividerla, forse non è ancora pronta a volare, a sporgersi senza tremare. Ma qualcuno entrerà all'improvviso nella sua vita, scombussolando i suoi piani, piccola in una stanza enorme ancora da scoprire, conoscerà Samuel, un ragazzo con il mondo in tasca e sempre pronto a mettersi in gioco. Giorno dopo giorno la loro amicizia si trasformerà in qualcosa di più, con il tempo riusciranno a creare un legame indissolubile, ma c'è una distanza da colmare, incomprensioni, ricordi sfocati da restituire. Asia non può più aspettare, deve imparare a proteggere le cose preziose, ritrovare la strada del cuore, ricordare che anche se costretti a separarsi e a percorrere strade diverse c'è da riprendere una storia da dove è stata lasciata. Destinati a stare insieme? A volte solo il tempo è capace di unire ciò che in un primo momento la paura ha tenuto lontano. 


Siete curiosi? 
Io un sacco, ho grandi aspettative e non vedo l’ora di leggere questo romanzo che si prospetta una storia di crescita personale. 

A presto, 
Afra

lunedì 22 aprile 2019

COVER REVEAL - RESTA ANCORA UN PÓ

Buona Pasquetta a tutti, come state passando queste feste? Fatto scorta di cioccolato per tutto l’anno? 
Io sto lavorando e quindi poco tempo per festeggiare e ancora meno per leggere purtroppo.

Oggi però sono qui per un COVER REVEAL, la gentilissima Paola Di Martino mi ha contattata per partecipare al blog tour e sono stata molto felice di accettare la sua proposta e quindi eccoci qui☺️ 

Curiosi? 
Allora rullo di tamburi 🥁🥁🥁

Ecco a voi la splendida cover di ‘Resta ancora un po’


A me piace tantissimo è andata alla stagione che è arrivata, fresca e delicata. Floreale🌺

Fatemi sapere cosa ne pensate, prossimamente la sinossi, quindi rimanete sintonizzati. 

Vi auguro ancora buone feste e a prestissimo,

Afra🌹

lunedì 8 aprile 2019

PROXIMA B DI GIORGIO PULVIRENTI E MARCO NEGRONE


Buongiorno lettori, 
Un’altra settimana ha inizio e io vi propongo oggi la recensione di un romanzo che mi è stato gentilmente inviato dagli autori. Il libro in questione è ‘Proxima B’ di Giorgio Pulvirenti e Marco Negrone

TRAMA 
Un giorno non troppo lontano saremo troppi per vivere tutti su questo pianeta. E allora, quando arriverà quel giorno che faremo? Per Jerry, Michael, Emily, Amelia, Abigail e David la risposta arriva sotto forma di una lettera. Proxima B li sta aspettando e metterà a nudo le loro differenze e le loro paure facendogli compiere delle scelte inaspettate. A volte la risposta più ovvia non è sempre così scontata. 

COSA NE PENSO? 
Ringrazio nuovamente gli autori emergenti per avermi dato la possibilità di leggere Proxima B. Ammetto che non avevo nessunissima aspettativa, la trama mi ha attratta fino dalla prima proposta di recensione e quindi ho accettato anche non avendo le idee chiarissime. Nonostante ciò devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa da alcuni passaggi delle non poche pagine da cui è composto il romanzo. 

Ma andiamo con ordine, la trama di per sè non è nulla di nuovo anche se è stata sviluppata, a mio parere, in alcuni punti meglio di altri. I personaggi principali e la loro formazione sono descritte anche nei minimi dettagli mentre la partenza e la permanenza nello spazio all’interno delle navicelle MATER è un po’ carente. 
Per quanto riguarda le vicende che si svolgono suo pianeta di Proxima B ho trovato le descrizioni dei luoghi molto approfondite e in grado di far percepire al lettore il mondo che i protagonisti si trovano davanti. 

A mio parere manca una revisione approfondita del testo che in alcuni punti andrebbe rivisto e migliorato, inoltre ho trovato un po’ snervanti i punti esclamativi alla fine di ogni discorso (non so se questo dipende solo dalla mia copia). Alcuni periodi sono costruiti in modo davvero complesso e potrebbero essere benissimo semplificati. 

Nel complesso ho davvero apprezzato il mix che si è andato a creare all’interno del romanzo che mi ha ricordato tantissimo la prima stagione di The 100 e la serie tv Lost per alcuni aspetti. Ritengo che sia un romanzo che possa far riflettere molto su alcune problematiche che affliggono il nostro pianeta come l’avidità delle persone, la poco cura del pianeta su cui viviamo e la prepotenza che contraddistingue il popolo della Terra. 
Consiglio questo romanzo a tutti coloro che amano i viaggi spaziali e le seconde possibilità. 


VOTO:

/5

Fatemi sapere nei commenti se vi incuriosisce.


A presto, 
Afra

Afra Frisanco's book recommendations, liked quotes, book clubs, book trivia, book lists (read shelf)

lunedì 1 aprile 2019

LA TOMBA MALEDETTA DI CHRISTIAN JACQ


Buon lunedì amanti dei libri e buon primo aaaaprile,
Eccomi tornata con una nuova recensione come ogni inizio settimana. Oggi vi parlo di ‘La tomba maledetta’ di Christian Jacq, primo romanzo della serie Il figlio di Ramses. Se volete aggiungere il romanzo alla Wishlist di Goodreads basta schiacciare sul pulsante alla fine dell'articolo.

TRAMA 
Figlio minore del Faraone Ramses II, Setna è uno scriba di grande saggezza, un mago che sa opporsi alle forze del Male, un guaritore che può sanare le ferite del corpo e quelle dell'anima. È quindi a lui che il Faraone si rivolge per risolvere un mistero che ha gettato un'ombra di terrore sull'Egitto: qualcuno è riuscito a entrare nella "tomba maledetta" e ha rubato il vaso sigillato che contiene il segreto di Osiride, capace di distruggere ogni cosa e di avvelenare il fuoco, l'aria, l'acqua e la terra. Chiunque abbia compiuto quel furto sacrilego è senza dubbio deciso ad annientare il glorioso regno di Ramses e il Paese intero. E potrà essere fermato soltanto da chi, come Setna, non crede nel potere della violenza, ma in quello della verità. Aiutato dalla bellissima Sekhet, figlia di un alto funzionario ed esperta di arti magiche, Setna deve quindi valersi di tutta la sua intelligenza per far luce sul mistero, scoprendo ben presto che non può fidarsi di nessuno, che la corte del Faraone è un nido di vipere, che la sua stessa vita è in grave pericolo. Avrà il coraggio di andare sino in fondo, schivando ambizioni, vendette e tradimenti, e di confrontarsi col Male in persona? Una cosa è certa: dopo, in Egitto, nulla sarà come prima… 

COSA NE PENSO?
Un romanzo che avevo in libreria da molto tempo e che non avevo mai preso in mano ma grazie alla challenge del blog Ikigai mi sono decisa a leggere. 

Un romanzo che si legge velocemente, perfetto per un viaggio in treno o da leggere con questo splendido sole primaverile e in grado ti tenerti compagnia perché si legge veramente in un baleno. 

Protagonista di questo romanzo ambientato in Egitto è il giovane Setna, figlio minore del faraone Ramses II. Il giovane si appresta a vivere una vita modesta e a perseguire la carriera di scriba quando una tomba segreta viene aperta misteriosamente e trafugata. Il migliore amico del giovane chiede a lui e alla giovane appena diventata sacerdotessa Sekhet di aiutarlo a scoprire e sconfiggere il ladro. 

Inizia così un’avventura nella città di Menfi che porterà i due giovani a dividere il loro percorso, uno per chiedere consiglio e l’altra per salvarsi la vita. Non vedo l’ora di continuare questa splendida avventura insieme a Setna e Sekhet e di scoprire l’Egitto e i suoi misteri. 


Una frase che mi ha veramente colpita per il contesto storico in cui è riportata è la seguente: “Non c’è niente di più prezioso di saper leggere e scrivere: un tesoro che vale più di un’immensa. ricchezza.” 

VOTO:


/5

Avete letto qualcosa di Christian Jacq? 

A presto, 
Afra

Afra Frisanco's book recommendations, liked quotes, book clubs, book trivia, book lists (read shelf)