"I rami del tempo" di Luca Rossi

agosto 25, 2017
Buongiorno cari lettori e lettrici, questa settimana sono stata un pò assente causa veri impegni che ho avuto e non ho potuto postare le recensioni che avevo in mente. In ogni caso oggi sono qui per presentarvi la recensione del romanzo di Luca Rossi "I rami del tempo". 
Titolo: I rami del tempo
Autore: Luca Rossi
Anno di pubblicazione: 2014
Casa editrice: Self-published
Trama: 
Una pioggia di schegge stermina il popolo dell’isola di Turios. Si salvano Bashinoir, gravemente ferito, sua moglie Lil e la sacerdotessa Miril. Vorrebbero dare degna sepoltura ai propri cari, ma i cadaveri sono scomparsi. L’unica speranza di salvezza risiede nelle protezioni magiche del Tempio. Tuttavia devono far fronte a minacce oscure. Un’ombra infesta i loro cuori per dividerli e distruggerli. I loro corpi sembrano perdere sempre più consistenza. Alla vicinanza tra le due donne si contrappone il sempre più marcato isolamento di Bashinoir. Nel regno di Isk, maghi e consiglieri devono sottostare all’insaziabile ingordigia di sesso, guerra e potere di re Beanor. L’ultima delle sue giovani mogli, tuttavia, non si dà pace per la libertà e l’amore perduti. Potranno i giochi e gli inganni sotto le lenzuola essere la chiave di svolta di una guerra millenaria? 

Recensione: 
Devo ringraziare l'autore Luca Rossi per avermi gentilmente dato la possibilità di scoprire e leggere questo romanzo. 
Il romanzo narra di due popoli, l'uno in conflitto con l'altro. Ma un giorno, contro ogni aspettativa, il popolo di Isk guidato dal re folle Beanor riesce, grazie all'aiuto del mago di corte, a sterminare il popolo di Kay. Questo popolo si è rifugiato 2000 anni prima sull'isola di Turios creando una barriera magica in grado di confinare il popolo di Isk sulla sua isola impedendoli di navigare a Sud per trovarli. 
Ora però il mondo come lo conoscevano gli abitanti dell'isola sta cambiando, i loro destini sono stati modificati e solo i superstiti dell'isola possono fare qualcosa. Infatti dopo lo sterminio sopravvivono soltanto i coniugi Lil e Bashinoir e la sacerdotessa Miril. La barriera è intatta ma sta perdendo la sua forza e il loro destino è incerto. 
Questo romanzo mi è piaciuto molto per il modo in cui vengono descritte le scene che molte volte sono nude e crude. I personaggi principali sono ben delineati ed ogni loro pensiero viene espresso nel migliore dei modi. 
Un romanzo adatto a tutti coloro che amano storie di conflitti secolari, re folli, magia, amore e crudeltà. 


Allora, ditemi cosa ne pensate? Lo avete già letto? 

A presto, 
Afra❤

Nessun commento:

Powered by Blogger.